I medici amano sempre più le applicazioni innovative

Lo scenario di internet nel mondo è ormai delineato dalla community, dai blog e dai social network ed in particolare da Facebook. Con il fenomeno Facebook, che sviluppa con il progetto Titan il suo sistema di web-mail a piena funzionalità1, e le predizioni che in pochi anni anche gli utilizzatori del web per business avranno modificato il loro utilizzo delle e-mail a favore dei siti social, il successo del social networking sta ridimensionando notevolmente l’utilizzo di e-mail. Basandosi sui dati2 della Merkle, agenzia di customer relationship marketing, il tempo speso per e-mail personali nell’ autunno 2009 era uguale all’ anno precedente. Il 71% degli intervistati ha speso almeno 20 minuti a settimana inviando e-mail ad amici e famiglia (3).
La Merkle ha anche trovato che gli utilizzatori di social network controllano le loro caselle più frequentemente di quelli che non utilizzano i siti sociali (42% a 27% rispettivamente).
La Merkle ha scoperto inoltre alcune motivazioni che incrementano l’utilizzo di e-mail fra i social user, incluso ragioni demografiche. Infatti gli utilizzatori di Facebook hanno in media educazione superiore rispetto a quelli di MySpace e tali social network sono maggiormente frequentati dalle donne. Inoltre le notifiche dei siti social sono spesso inviate alle caselle tradizionali. Queste caselle di posta, nella maggior parte dei casi, sono le stesse che i responsabili marketing stanno cercando di ottenere. Il 63% degli utilizzatori di social network intervistati ha detto che hanno utilizzato lo stesso indirizzo e-mail sia per le loro attività social che per inviare campagne e-mail di marketing, mentre il 27% ha dichiarato il contrario4. La restante parte è in un posizione intermedia. Appena gli utenti sono connessi controllano i loro aggiornamenti in maniera meticolosa, “Non c’è dubbio che i siti di social media, come Facebook, YouTube e Twitter, siano cresciuti in popolarità in tutta la popolazione”, ha detto Lori Connolly, Direttore Ricerca e Analitica, alla Merkle, in un’ affermazione (3). “Stiamo inoltre assistendo ad un consistente uso “social” del canale di e-mail al punto tale da supportare l’idea che il social networking e l’utilizzo di e-mail siano attualmente più correlati di quanto precedentemente pensato”. Per quanto riguarda il settore sanitario, secondo un recente studio del Manhattan Research (5), i medici europei si stanno orientando verso i device mobile per un certo numero di applicazioni nella loro pratica professionale dato che questi sono diventati più performanti. Circa la metà dei medici europei controlla online l’e-mail sui propri terminali mobile mentre circa quattro su dieci ricerca su un web browser mobile. Riguardo le attività mobile per contenuti medici, circa tre quarti dei medici europei attualmente effettua online task meno avanzate come leggere informazioni mediche su wikipedia o controllare le linee guida del trattamento mensilmente ed il 50% raccomanda anche ai pazienti di farlo. Inoltre, dato che l’abilità del medico nel mobile continua a crescere e le capacità di browsing migliorano, si presume che i medici inizieranno ad effettuare attività interattive più complesse su questi device, come il social networking ed il monitoraggio dei pazienti. A conferma di ciò Joe Farris, Presidente del Manhattan Research (5) afferma che “Così come accaduto negli USA, i device mobile stanno razionalizzando la professione medica in Europa, permettendo ai medici di comunicare ed accedere alle risorse cliniche durante tutto il giorno: sebbene attualmente la maggiore possibilità di connettersi con i medici europei sia attraverso contenuti brevi di tipo testuale, è presente un mercato potenziale futuro per interazioni mobile più ricche e impegnative”. Un ultimo dato riguarda i video: la metà dei medici europei online ha dichiarato di utilizzare tale mezzo per scopi professionali
Anche in Italia i medici stanno risentendo della febbre per i social media: il 42% sta collaborando in comunità online create appositamente per i professionisti della sanità, quali DottNet.
La tecnologia mobile (6) anch’essa sta giocando un ruolo significativo nel Bel Paese: la dipendenza dei medici verso le risorse online – il 64% dei medici possiede cellulari e li sta utilizzando per integrare il loro PC o laptop per essere “sempre in linea”- è in rapida e continua crescita. I medici italiani dichiarano di accedere, grazie ai mobile phone, alle risorse cliniche da molteplici luoghi per l’intera giornata, anche nel luogo di cura. Inoltre i medici italiani hanno dichiarato che cominceranno ad usare i cellulari per attività più avanzate e complesse, come gli ECM.

1) http://www.clickonf5.org/social/facebook-lauch-full-fledged-webmail-service-project-titan/6774
2) http://www.merkleinc.com/viewfromsocialinbox2010/
3) http://www.merkleinc.com/wmspage.cfm?parm1=1041
4) http://www.emarketer.com/Article.aspx?R=1007520

5) http://www.manhattanresearch.com/research/white-papers/european-ehealth-landscape.aspx
6) http://www.clandestinoweb.com/sondaggi-da-tutto-il-mondo/14786-internet-negli-ospedali-italiani-l80-dei-medici-si-aggiorna-o.html

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...